Galleria Tretjakov

 

La Galleria Tret'jakov e' un museo di livello mondiale che dispone di decine di migliaia di opere d'arte, dalle icone dell'antica Russia alla pittura moderna ed e' motivo d'orgoglio per Mosca e per l'intera nazione. Il fondatore della pinacoteca Pavel Tret'jakov (1832-1898) inizio' a raccogliere le migliori opere dei pittori russi nel 1856 e prosegui' tale attivita' per 40 anni fino alla morte. Fanno parte della sua raccolta numerose opere dei membri dell'Associazione espositori viaggianti. Alla scelta dei quadri parteciparono spesso gli eminenti pittori I.N. Kramskoj e I.E. Repin, il famoso critico V.V. Stasov ed altri uomini di cultura russa.La collezione di Tret'jakov divenne cosi' una specie di centro del pensiero artistico.Dalla fine degli anni '60 si mise a collezionare opere dei pittori della prima meta' dell'Ottocento e poi anche di quelli del Settecento, la cui conoscenza era ancora poco nota.Tret'jakov fu il primo ad apprezzare convenientemente le nuove correnti della pittura russa della fine del diciannovesimo secolo e lo testimonia il fatto che comincio' ad acquistare opere dei giovani artisti.All'inizio del decennio1880 costrui' per la collezione di quadri l'edificio della pinacoteca nel vicolo Lavruscinskij. Gia' dopo la sua morte, su disegno del noto pittore russo Viktor Vasnetsov, l'edificio della pinacoteca "Tret'jakov" venne ampilato e allestito con uno stile corrispondente alla sua destinazione...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Casa-museo di Pjotr Il'ic Ciajkovskij a Klin

(fuori Mosca)

 

Sulla riva del fiume Sestra e' situata l'antica citta' russa di Klin. Qui, in periferia, il 5 maggio del 1892 si stabili' il grande compositore russo Pjotr Il'ic Ciajkovskij. Scrisse a suo fratello minore Anatolij: "Ho preso in affitto una bella casa in periferia della città. Non so se ricordi quella casa grande e spaziosa di Sakharov sulla strada per Mosca. Ho bisogno di una abitazione in campagna, lo sento. Dalle finestre si apre una bella vista. C'e' anche un bel giardino. Puo' darsi che in futuro compri questa casa".

Nelle lettere di Ciajkovskij possiamo leggere:"Klin e' entrata nella mia vita. Non posso immaginare di vivere in un altro posto".

"Quanto mi piace la campagna russa, il paesaggio russo, questa serenità di cui ho sentito sempre il bisogno".

"Vivere in campagna, in isolamento, lavorare, camminare molto e respirare l'aria pulita sono le condizioni necessarie per il mio benessere".

Visse in questo bel posto soli 18 mesi, ma proprio questa casa a Klin divento' per lui la più importante. Il 6 novembre del 1893 Pjotr Ciajkovskij mori' a San Pietroburgo...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo dell'arte applicata

 

-GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Casa-museo di Konstantin Stanislavskij

 

La famiglia Alekseev (Alekseev e' il vero cognome di Konstantin, mentre Stanislavkij e' uno pseudonimo teatrale) era ricca. Erano commercianti e proprietari di qualche tenuta di Mosca dove viveva tutta la famiglia. Dopo la Rivoluzione del 1917, come molti altri negozianti, diventarono "lishenzy", ovvero furono privati dei diritti civili. I loro beni vennero sequestrati e la famiglia rimase senza casa. In quel momento Stanislavkij era gia' famoso in tutto il mondo ma, solo grazie all'aiuto di Anatolij Lunacharskij, gli furono concesse 4 delle numerose stanze di una tenuta dell'Ottocento in vicolo Leontievskij 6, vicino al centro della citta'.

Qua nel 1948 fu organizzata la casa-museo del grande attore russo...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo delle arti figurative A.S.Pushkin

 

Il museo delle arti figurative A.S.Pushkin ha sede nell'edificio del Museo di Belle Arti nell'antica via moscovita Volkhonka. Venne costruito nel 1898-1912 su progetto dell'architetto R.Klein.
Il museo venne inaugurato nel 1912 presso L'Universita' di Mosca fu concepito come museo di istruzione ed educazione artistica aperto al publico in modo che tutti gli amatori dell'arte potessero prendere conoscenza delle piu' note opere dell'arte del Mondo antico, del Medio Evo e del Rinascimento. Proprio questi obiettivi furono perseguiti da I.V. Tsvetaev (1847-1913), professore dell'Universita' di Mosca, fondatore del museo, eminente conoscitore della filologia antica che dedico' tutta la sua vita alla creazione di tale museo.
I.V. Tsvetaev ebbe per riferimento prima di tutto i musei dei calchi in gesso esistenti presso le Universita' di Berlino, Parigi e Dresda. Ordinando i calchi in gesso all'estero, consulto' noti storici, archeologi, studiosi d'arte europei e russi...

- LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

VDNH

 

- GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museon

 

Il Museon è un parco-museo che si trova a Mosca sul lungofiume Krymskaja. E' stato fondato dalla associazione moscovita "Museon" nell'anno 1992. "Museon" è una antica parola greca che si traduce come "ll tempio delle arti". Il parco Museon è un museo della scultura, l'unico all'aperto in Russia. Nella collezione di questo museo straordinario ci sono circa 700 oggetti artistici in pietra, bronzo, legno e in altri materiali. Tutte queste opere d'arte hanno un grande valore storico ed artistico. Nel parco potete vedere le sculture ed i monumenti sia del periodo sovietico che dei nostri tempi.
Di parchi simili se ne possono trovare in diversi Paesi del mondo, ma quello di Mosca è particolare perché rappresenta le opere d'arte del periodo di sviluppo della scultura russa del Novecento.
Nei periodi estivi nel parco organizzano concerti. Dopo aver spiegato che cos'è Museon, vorrei aggiungere ancora 2 parole. "Eureka!", volevo urlare io quando ho visto il monumento di Feliks Dzerzinskij. E' un lavoro del famoso scultore sovietico E.V. Vuchetich. Certo tutti hanno sentito l'abbreviazione KGB. La KGB era misteriosa per gli stranieri, ma per la gente sovietica per molti anni ha significato paura e cose poco piacevoli. Se un giorno venite a Mosca, la guida vi porta di vedere la piazza Lubjanka dove si trovava la sede della KGB e davanti a cui si trovava il grande monumento di Feliks Dzerzinskij...

-LEGGE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo Centrale Statale della Cultura Musicale M.I.Glinka

 

Per molti hanni siamo passati davanti ad un museo nel centro di Mosca. Ogni volta mi dicevo che un giorno bisognava andare a visitare questo palazzo e vedere cosa si trova dietro le sue porte. Ieri pomeriggio siamo finalmente andati al Museo Centrale Statale della Cultura Musicale M.I. Glinka dove abbiamo visto una stupenda collezione di strumenti musicali.

La collezione di rari strumenti musicali e' stata raccolta a partire dal 1912 presso il conservatorio musicale di Mosca e nello stesso anno hanno organizzato il museo. Questo ha cambiato diverse volte la sua ubicazione e finalmente nel 1980 si e' trasferito in un palazzo moderno costruito in via Fadeeva,4.

Per ora la collezione include di piu' di 900 strumenti musicali da tutto il mondo, da quelli antichi a quelli moderni: dall'Asia, dall'Europa, dall'America Latina, dall'India, dal Kazakistan, dalla Mongolia e dalla Cina, dalla Germania e da tanti altri paesi del mondo...

-LEGGE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

La casa di un grande pittore russo Viktor Vasnetsov

Qualche giorno fa siamo andati in un piccolo museo di Mosca. Da bambina mia nonna mi portava spesso in questo posto.
Lei abitava in un palazzo vicino al museo. Non ci tornavo da 30 anni. Questo museo e' la casa di un grande pittore russo, Viktor Vasnetsov. Si trova al centro della citta' ed e' nascosta tra gli alti palazzi moderni.

La casa e' stata progettata dal pittore e ha la forma di un'antica casa russa delle favole, che nella lingua russa si chiama Terem.

Questo tipo di case lo trovo molto speciale e accogliente. Tempo fa le facevano di tronchi d'albero. Cosi' se un giorno andate alla casa museo di Vasnetsov a Mosca potete vedere un bell'esempio di una vera antica casa russa.

Qui il pittore visse dal 1894 e vi mori' nel 1926...

-LEGGE TUTTO IL TESTO-

 

Museo di A.S.Pushkin

Il 6 giugno e' il giorno del compleanno del grande poeta e scrittore russo Aleksandr Pushkin.

Devo ancora scrivere della nostra visita al Teatro Regio di Torino e dell'opera Evgenij Onegin che ci hanno dato nel mese di maggio. Ma ora vi racconto di un museo particolare che si trova al centro della citta' di Mosca. Se vi capita di visitare la capitale della Russia non dimenticate di andare al Museo delle Arti Figurative A.S.Pushkin che si trova in via Volkhonka, 12. E' uno dei posti dove mi piace ritornare sempre. Vicino a quello, in via Prechistenka 12/2, troverete la nobile tenuta russa dei Kruscev-Seleznev. E' un monumento architettonico dell'inizio dell'Ottocento. In questo splendido palazzo ormai da 55 anni si trova il museo di A.S.Pushkin...

-LEGGE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

La casa di Ryabushiskij

Fedor Shekhtel e' un genio dello stile "moderno" in Russia (Art Nouveau, noto anche come stile floreale o stile Liberty).

A Mosca la maggior parte dei palazzi progettati da questo artista ospita le ambasciate degli altri Paesi. Per questo motivo sono chiusi per le visite pubbliche e purtroppo e' impossibile vedere tutte le bellezze che si trovano dentro. Ma c'e' una casa in cui e' possibile entrare ogni giorno e vedere i "gioielli" che contiene.

La casa di Ryabushiskij si trova in via Malaya Nikitskaya, 2. E' un vero e proprio capolavoro, uno dei piu' bei progetti del famoso architetto. E' l'unico oggetto architettonico russo che e' citato IN TUTTI i testi stranieri sulla storia d'Arte e d'architettura dei secoli XIX-XX. E' stato costruito per la famiglia Ryabushiskij negli anni 1900-1902. E' particolare perche' l'architetto ha progettato non solo il palazzo ma anche tutto quello che esso contiene: dai mobili alle porte, dalle vetrate alle maniglie delle porte. Ogni parte di questa casa e' un pezzo d'arte! Uno dei piu' importanti e' la famosa scala che ha la forma di un'onda che regge una lampada-medusa...

-LEGGE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Casa-museo di Fedor Shalyapin

Il grande basso russo Fedor Shalyapin e' conosciuto in tutto il mondo. Nacque il 13 febbraio del 1873 nella citta' di Kazan in una povera famiglia di contadini. Fin fa piccolo ebbe una bellissima voce e canto' nel coro di una chiesa.

Sulla sua carriera e sulla sua vita sono stati scritti numerosi libri, tra cui vorrei citare in particolare l'autobiografia e il libro di un suo caro amico, il grande pittore russo Konstantin Korovin, "Shalyapin, incontri e vita insieme".

Una delle tradizioni russe piu' affascinanti e' costituita dai musei. "In che senso?" mi chiederete. Sia a Mosca sia nelle altre citta' russe troverete sempre le case-museo dei grandi poeti, pittori, architetti e
scienziati, dei famosi scrittori e dei compositori, insomma delle persone conosciute in tutto il mondo. In Russia conservano con tanta cura le abitazioni dei grandi personaggi. Perche'? Perche' e' una cosa molto importante. Visitando questi posti, potete sapere di piu' e conoscere meglio la vita dei loro proprietari. Le case di queste persone sono un piccolo esempio di un mondo intero: i libri che leggevano, gli oggetti che raccoglievono, le foto, l'arredamento, le cose personali. Tutto questo dice sempre molto della persona, del suo carattere, delle sue abitudini.

Oggi vorrei parlarvi di una di queste case storiche. E' la tenuta di Fedor Shalyapin. Si trova a Mosca in viale Novinskiy. Qua il grande basso russo abito' dal 1910 al 1922, anni prima di emigrare all'estero...

-LEGGE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo "Luci di Mosca"

 

Mosca e' una grandissima citta' e certamente, come in ogni metropoli, ci sono numerosissimi musei.

Questa volta vi racconto di un posto particolare. Il Museo "Le luci di Mosca" e' stato fondato nel 1980. Quelli che hanno gia' visitato la capitale della Russia hanno potuto vedere quante luci illuminano la citta' di sera e di notte. Solo all'alba, con l'arrivo della luce naturale, l'illuminazione di Mosca viene spenta.

Al centro della citta', in vicolo Armyanskij, proprio davanti all'ambasciata Armena, e' situato questo straordinario museo.

Qualche secolo fa, con il tramonto, in citta' c'era il buio totale. Per sicurezza, era vietato girare per Mosca di notte. Allora, l'arrivo dei primi lampioni e' stato un vero e proprio evento per tutti i cittadini. Nel 1730 a Mosca sono stati messi i primi lampioni ad olio. La luce che davano era abbastanza fosca e veniva spenta a mezzanotte. E se qualcuno aveva bisogno di uscire dopo mezzanotte, doveva usare una candela oppure una torcia a vento. La gente era obbligata a portarle davanti al viso per non rischiare di essere arrestata: se non facevi vedere il tuo viso allora potevi essere un malintenzionato...

-LEGGE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Piligrim Porto

(fuori Mosca)

Nell'estate nel 2010, vicino a Mosca, e' cresciuta dal nulla un citta'-fantasma ;-). Cinecitta' Piligrim Porto e' stata costruita per le riprese di una serie televisiva russa: "Le memorie di uno spedizioniere di una cancelleria segreta". Questo giallo storico, girato dal regista Oleg
Rjaskov, porta lo spettatore nella seconda meta' dell'Ottocento. Una storia d'amore, misteri, inseguimenti e intrighi sono alla base di questo film storico.

Le riprese sono state finite nel 2011 ma la citta'-fantasma e' rimasta. Se vi piacciono i posti misteriosi, se volete fare qualche fotografia
particolare oppure un breve giretto fuori citta', Piligrim Porto puo' diventare una scelta simpatica. Per di piu' a un chilometro di distanza si
trova la storica tenuta Serednjakovo dove, nel periodo della sua infanzia, abito' il grande poeta russo Mikhail Lermontov...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo della Storia della Cioccolata Russa

 

Continuiamo le nostre visite dei musei di Mosca. Questa volta mi tocca raccontare di un posto "dolce".

Il museo della Storia della Cioccolata Russa si trova in centro, in via Prima Brestskaja, palazzo 2 str.3.

E' un museo privato. Il suo proprietario da anni raccoglie una collezione di oggetti che riguardano la produzione di cioccolata. La piccola esposizione organizzata nel 2011 oggi e' diventata un grande museo. Qua sono rappresentati diversi barattoli, manifesti pubblicitari, forme per la produzione di cioccolata e tante altre cose interessanti. La maggior parte dell'esposizione e' dedicata alle fabbriche russe e alla loro storia...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo dei veicoli di Vadim Zadorozhny

(fuori Mosca)

"Il museo dei veicoli di Vadim Zadorozhny" e' una grande esposizione di veicoli antichi, raccolti da anni per tutto il mondo e restaurati con tanta passione. E' uno dei piu' grandi in Europa e il piu' grande museo privato in Russia. La numerosa collezione contiene: automobili del Novecento italiane, francesi, americane, tedesche e sovietiche; veicoli militari; armi; aerei e motociclette.

Vadim Zadoroznyj dice cosi': "Questo museo non e' mio. E' un museo del mio Paese, di Mosca e della regione di Mosca. Semplicemente deve esserci. Oggi non esiste la tradizione di creare spazi comodi per la gente. Invece qua tutto e' senza scopo di lucro...".

Nel lontano 2005 l'esposizione era composta da qualche decina di macchine ed era in un campo all'aperto. Ora invece e' stato costruito un grande palazzo moderno in cui viene presentata tutta la collezione che ad oggi ha di piu' di 1000 pezzi. Nei tre piani del museo potete vedere: ...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Casa-museo di Aleksandr Nikolaevič Skrjabin

 

La casa-museo di Aleksandr Nikolaevič Skrjabin si trova a Mosca non tanto distante dalla via Arbat Vecchio. In questo posto il compositore passo' gli ultimi 3 anni della sua vita. Visse in questa casa in affitto ma, qualche anno dopo la sua morte, Anatoly Lunacharsky aiuto' i parenti del compositore a conservarla e ad organizzarci il museo.

Aleksandr Nikolaevič Skrjabin era un compositore e pianista russo. Nacque il 25 gennaio 1871 a Mosca.

Fu il primo ad associare musica e colori (secondo lui ogni suono aveva un suo colore). Suo padre era un diplomatico mentre sua madre studio' al
Conservatorio di San Pietroburgo con Theodor Leschetizky ed era una pianista di talento.

La madre di Aleksand mori' a 23 anni, un anno dopo la sua nascita...

-LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

Casa-museo di Mikhail Prishvin

(fuori Mosca)

L'estate e' un bel periodo per i viaggi intorno a Mosca. Dal 1 giugno nelle scuole cominciano le vacanze estive che finiscono solo il 1 settembre. Le gite scolastiche non assediano piu' i musei e le tenute, e noi usiamo questi tre mesi estivi per visitare tranquillamente i posti interessanti sia a Mosca sia fuori citta'. L'unico problema che rimane sempre e' il traffico tremendo che oramai fa parte della citta' di Mosca e dei suoi dintorni. Allora nel primo giorno d'estate (in Russia, l'estate da calendario comincia il 1 giugno) siamo andati nel paesino di Dunino. Qua, nel 1946, il famoso scrittore sovietico-russo Mikhail Mikhailovich Prishvin compro' una casa di legno. Gli inverni in Russia sono freddi e in questa casa la famiglia dello scrittore abitava solo da maggio a novembre. E negli ultimi 8 anni della sua vita Mikhail Mikhailovich passava sempre l'estate a Dunino. La sua casa e' molto semplice ma e' una tipica abitazione estiva dei paeselli russi. Io adoro le tenute e le case russe dell'Ottocento. Conservano l'atmosfera particolare di quell'epoca: la costruzione, gli oggetti tipici e la decorazione. Molti grandi pittori, scrittori e compositori, tra cui Petr Chaikovskiy, Anton Cekhov, Mikhail Lermontov, Sergey Taneev, Vasilij Polenov, preferivano passare i mesi estivi fuori dalla citta' di Mosca nelle loro case di legno oppure essere ospiti dei loro amici ricchi nelle bellissime tenute di cui e' piena la regione attorno a Mosca...

- LEGGERE TUTTO IL TESTO GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo dell'impressionismo russo

 

 

- GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Tenuta Arkhanghelskoe

(fuori Mosca)

 

- GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo V.A. Tropinin

 

 

- GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

 

Museo delle decorazioni natalizi

(fuori Mosca)

La città di Klin il prossimo anno compierà 700 anni. È situata a 60 km di distanza dalla capitale russa ed è famosa in tutto il mondo per il museo del grande compositore Petr Chaikovskiy. A Klin si trova non solo la casa-museo del compositore ma anche una famosa fabbrica di decorazioni natalizie che si chiama “Elochka”. Otto anni fa, presso questa fabbrica è stato aperto un bellissimo museo. Nelle 12 sale viene rappresentata tutta la storia di questa produzione.

La fabbrica esiste dagli anni '50 del Novecento. TUTTE(!) le decorazioni sono fatte e dipinte a mano! Prima della visita in questo posto interessantissimo neanch’io immaginavo che ogni decorazione venisse prima fatta con una forma precisa di vetro da un artista e poi dipinta da un altro. Oggi in fabbrica lavorano 300 persone e in un giorno lavorativo un artista produce circa 70 pezzi di vetro. Nel museo, due delle dodici sale dell’esposizione sono laboratori...

- LEGGERE TUTTO IL TESTO E GUARDARE LE FOTOGRAFIE-

Museo teatrale Bakhrushin

 

 


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit