Luci di Mosca

***

Mosca e' una grandissima citta' e certamente, come in ogni metropoli, ci sono numerosissimi musei.

Questa volta vi racconto di un posto particolare. Il Museo "Le luci di Mosca" e' stato fondato nel 1980. Quelli che hanno gia' visitato la capitale della Russia hanno potuto vedere quante luci illuminano la citta' di sera e di notte. Solo all'alba, con l'arrivo della luce naturale, l'illuminazione di Mosca viene spenta.

Al centro della citta', in vicolo Armyanskij, proprio davanti all'ambasciata Armena, e' situato questo straordinario museo.

Qualche secolo fa, con il tramonto, in citta' c'era il buio totale. Per sicurezza, era vietato girare per Mosca di notte. Allora, l'arrivo dei primi lampioni e' stato un vero e proprio evento per tutti i cittadini. Nel 1730 a Mosca sono stati messi i primi lampioni ad olio. La luce che davano era abbastanza fosca e veniva spenta a mezzanotte. E se qualcuno aveva bisogno di uscire dopo mezzanotte, doveva usare una candela oppure una torcia a vento. La gente era obbligata a portarle davanti al viso per non rischiare di essere arrestata: se non facevi vedere il tuo viso allora potevi essere un malintenzionato ;-).

 

 

Invece lo spazio dentro le case poteva essere illuminato con le candele solo dalle famiglie ricche. Le candele costavano molto. Per questo motivo la maggior parte dei cittadini usava le schegge di legno.

Nel museo potete vedere diversi oggetti che nel passato venivano usati per "illuminare" la citta'.

Nella seconda meta' del Novecento, a Mosca, al posto di quelli ad olio sono stati installati lampioni a petrolio. Questo tipo di illuminazione e' arrivato anche nelle case dei cittadini. In una delle vetrine del museo si trovano diversi tipi di lampade a petrolio. Alcune di esse sono veri e propri capolavori :-). Quasi nello stesso periodo e' arrivata anche l'illuminazione a gas.

 

 

Nel 1880 a Mosca venivano installati i primi 24 lampioni elettrici. E poi, nel maggio del 1883, nel giorno dell'incoronazione dell'imperatore Alessandro Terzo, fu usata per la prima volta anche l'illuminazione dei palazzi.

Nel museo, e' molto interessante vedere come e' rappresentato il periodo sovietico: le fotografie di Mosca, diversi tipi e forme di lampioni etc. Senza dubbio, uno degli oggetti piu' appassionanti di questo periodo e' un panello antiquario con cui, dal 1941, una persona poteva accendere e spengere le luci di ogni quartiere della citta'.

Un'altra parte del museo dedicata alla "evoluzione" delle lampadine: piccole e grandi, decorative e normali di forme diverse.

Proseguendo, potete vedere anche una collezione di orologi stradali e guardare le lampadine che danno le luci alle stelle delle torri del Cremlino.

 

 

Indubbiamente questo museo e' uno dei piu' interessanti di Mosca. Si trova in un palazzo antico che ha di piu' di 350 anni, non occupa molto spazio ed
e' molto ben organizzato. Secondo me, la visita in questo posto puo' essere interessante non solo per i bambini ma anche per tutti gli adulti che amano
la Storia e l'antichita'.

Marina Nikolaeva, maggio 2015

foto di Marina Nikolaeva

 

il prezzo di un biglietto e' 100 rubli
il prezzo ridotto(scolari, studenti, le persone in pensione) e' 50 rubli
per le escursioni (sia per il museo, sia per Mosca illuminata di sera): tel.: (495) 624–73–74

orario:
lunedi'- domenica 11-18
giovedi' 11-20

indirizzo:
Vicolo Armyanskij, palazzo 3-5 str.1
le stazioni della Metropolitana vicine al museo: Kitay-gorod, Lubyanka, Chistye prudy, Turgenevskaya (la schema della metro)

sito ufficiale: www.ognimos.ru

 

 

 

 


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit