Soljanka

Questo piatto non e' circondato da una fama clamorosa. In principio si chiamava "seljanka" dalla parola "selo" - villaggio, e questa origine ci dice come le sue inventrici furono le semplici donne di campagna. Tuttavia i piatti piu' famosi possono invidiare alla soljanka la sua popolarita'.

Questa popolarita' e' cresciuta ancora negli ultimi tempi, da quando alcune autorita' mediche hanno cominciato a dire che il modo attuale di nutrirsi, che comprende l'assunzione di diversi piatti ad ogni pasto: primo, secondo, contorni, formaggio e frutta, influisce negativamente sull'organismo umano. Questo modo di mangiare porta ad un sistematico sovraccarico di cibo e ad un accumulo di grassi, con tutte le conseguenze negative che sono ben note. D'altra parte il cibo deve essere tale per cui l'organismo riceva tutte le sostanze necessarie. Come combinare queste contrastanti esigenze?

In aiuto viene la soljanka, composta da diversi prodotti, tra cui i cavoli, i quali, come e' noto, contrastano l'accumulo dei grassi. Inoltre in questo piatto entrano tanti componenti, per cui ogni cuoca, variando le proporzioni e aggiungendone o togliendone alcuni, puo' servire ogni volta una nuova soljanka, per composizione e per sapore.

Per preparare la soljanka, prendete carne lessa o arrosto, pollame, cacciagione, lingua, rognoni, prosciutto, salame, salsicce, in parti uguali per un peso totale di 400 grammi e tagliate il tutto a pezzetti. Affettate finemente dei cetrioli salati, tritate e soffriggete una grossa cipolla.

Mettete la carne, i cetrioli e la cipolla in un tegame, aggiungete delle olive, 200 grammi di salsa di pomodoro, mescolate e mettete a sobbollire lentamente.

Mettete in una teglia uno strato di cavoli stufati (400 grammi) stendete su questi la carne e le verdure, e su questi un altro strato di cavoli (stessa quantita').

Pareggiate la superfice, coprite di formaggio e pangrattato, condite con burro fuso e cuocete in forno ben caldo fino a che si sara' formata la crosticina dorata.

Prima di servire guarnite con fettine di limone, prugne marinate, olive, prezzemolo e finocchio tritati.

Si puo' preparare la stessa soljanka aggiungendo dei funghi.

Nello stesso modo si prepara la soljanka di storione o altro pesce. In questo caso invece della carne si prende la corrispondente quantita' di pesce a piacere.


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2022 Amoit