Dizionario

 

 
Samovar - Samovar e' un tipico oggetto russo (samovar -singolare, samovary- plurale).
Da molti anni i Samovary vengono prodotti in un'antica citta' russa che si chiama Tula.
Forse e' superfluo sottolineare che i Samovary di Tula sono molto famosi non solo in tutta la Russia , ma anche nel resto del mondo.
Come noto, il Samovar e' un dispositivo per preparare l'acqua bollente in cui viene posto il te' per la necessaria infusione.
La parola Samovar proviene da due termini russi: Sam- cioe' da solo e Varit'-cioe' bollire.
E pertanto la parola Samovar significa "bolle da solo".
Balalajka - russo strumento musicale.

Matrjoska - e' senz'altro diventato un significativo simbolo dell'arte popolare russa.

Il primo abbozzo della bambola Matrjoska venne impostato dal pittore russo Maljutin (1859-1937), membro del circolo fondato da Mamontov. Si trattava di una bambola di legno che conteneva dentro di se' ulteriori sette bambole identiche alla prima, ma di dimensioni piu' piccole. Questo giocattolo veniva dipinto come se si trattasse di una bimba vestita con "sarafan" (abito da donna senza maniche). Spiccavano pure un bianco grembiule, uno scialle intessuto di fiori in testa e un gallo nero tra le mani. Vi chiederete ora perche' questa bambola di legno e' stata "battezzata" con il nome di Matrjoska. Il motivo e' molto semplice, ma non si tratto' di un nome di fantasia. In Russia, prima della rivoluzione, il nome Matrena / Matresha era il piu' in voga tra le donne russe. Alla radice di tale nome appariva chiaro il vocabolo latino "mater" cioe' madre. Inoltre, richiamava alla mente la robusta mamma di una numerosa famiglia che possedeva un fisico corpulento, ma che, in compenso, godeva di ottima salute.

Valenki - stivali di feltro.

Varezki - guanti di lana.

Nella Russia antica del Quattrocento i contadini cominciarono a fare e a portare i guanti invernali che in russo avevano il nome Varezki. C’era anche la divisione per quelli da donna e da uomo. Se i guanti da donna facevano parte del costume, quelli da uomo si mettevano per fare i lavori fuori casa.
Nei giorni festivi c’era la tradizione di portare i varezki con degli ornamenti. Nei giorni feriali la gente portava i varezki piu semplici di un solo colore.
Gli ornamenti erano diversi e ognuno aveva il suo significato. La parola ornamento deriva dalla lingua latina e significa decorare. Nella lingua russa questa parola ha il sinonimo Uzor.
I varezki da un certo periodo in poi hanno cominciato a portarli anche gli zar russi. Ma loro li avevano particolari con una striscia di pelo di castoro.

Smetana - panna (crema) acida : bliny (frittelle russe) con smetana, borsc con smetana.
Borsc - minestra ucraina di verdure a base di barbabietole. Borsc si mangiano con smetana.

Bliny - frittelle russe. I bliny si preparano per Maslenitsa e si mangiano con salmone,

caviale, panna acida , miele.

Pel'meni - specie di agnolotti tipici della Siberia.
Bublik - ciambella.
Baranka - ciambella col buco.
Vinegret - insalata di legumi cotti : barbabietola, carota, patata, piselli, cetriolo.
Kefir - yogurt.
Kvas - bevanda di pane nero fermentato.
Izba - casa contadina.
Terem - abitazione boiarda.
Bojardo, boiaro - stato nobile vicino allo zar (parola antica).
Podvorie - la locanda (parola antica).
Prjanik - panforte.
Sarafan - vestito da donna senza maniche.

Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit