"La bambina con le pesche"

 

Valentin Serov (1865-1911)

 

Valentin Serov e' un famoso pittore e grafico russo. Nacque a San Pietroburgo ed era figlio del noto compositore e critico musicale A. Serov nonche' di un'esperta pianista, allieva dello stesso A.Serov. Lei era di trent'anni piu' giovane rispetto al marito, il quale, purtroppo, non ebbe la fortuna di godere di una lunga vita. Infatti, quando il piccolo Valentin aveva da poco compiuto i sei anni, A.Serov mori' tra numerose sofferenze.
Valentin Serov comincio' a dipingere sin da piccolo. Nel 1872, assieme ai genitori, parti' per Monaco di Baviera, dove porto' a termine la scuola elementare. Lo stile innato dell'arte pittorica gia' affiorava in quel periodo nel piccolo Serov, il quale dimostrava sempre piu' di possedere un grande talento. Questa spiccata dote artistica era stata osservata da M.Antokoskij, grande scultore e sincero amico della famiglia Serov. Noto' infatti che Valentin, malgrado la giovane eta', gia' si esprimeva pittoricamente su livelli elevati e consiglio' pertanto alla madre del piccolo artista di portarlo a Parigi, ove avrebbe potuto prendere lezioni dal famoso pittore russo I.Repin. La cosa ando' in porto e Repin divenne insegnante di Valentin Serov per diversi anni.
Nel 1876 la famiglia Serov torno' da Parigi a Kiev. Qui, Serov termino' gli studi ginnasiali e inizio' a prendere lezioni di pittura dal maestro N.Murashko.
Ma nel 1878 Serov si reco' a Mosca, perche' aveva saputo che nella capitale era giunto I.Repin. Valentin, ben contento di ritrovare il suo vecchio maestro, riprese le lezioni da Repin e, per qualche tempo, abito' assieme alla famiglia di Repin.
Susseguentemente, Repin condusse il giovane Serov nella tenuta di Abramtsevo e qui, spesso assieme, dipinsero i bellissimi paesaggi osservabili da questa magnifica localita'.
Nel 1880, Serov, superati tutti gli esami, comincio' a studiare presso l'Accademia delle belle arti a San Pietroburgo.
Nel 1884 compi' un viaggio a Monaco di Baviera e poi soggiorno' per qualche tempo in Olanda, dove studio' particolarmente da vicino le opere di Velasquez e di Rubens.
Il grande talento di Serov paesaggista si sviluppo' pienamente quando si reco' in Italia assieme al suo grande amico I.Korovin e ai figli di Savva Mamontov. Qui, Serov dipinse numerosi paesaggi ed e' doveroso ricordare soprattutto i dipinti "Lungofiume Schiavoni a Venezia" e "Piazza San Marco".
Ritornato in Russia, Serov dipinse uno di suoi piu' famosi quadri ossia "La bambina con le pesche" (e' il ritratto di Vera, la figlia di Savva Mamontov). Nel 1888 Serov dipinse un nuovo quadro, poi diventato famoso, che esprime e forse riassume le sue numerose doti stilistiche: si tratta della "Ragazza sotto la luce del sole".
Nel 1890 Serov si innamoro' seriamente di O.Trubnikova e nello stesso anno la sposo'. Poi nacque la figlia Olga che allieto' un matrimonio tutto sommato felice. In questo periodo, Serov lavorava poco, ma esegui' comunque un importante quadro: quello in cui veniva ritratto uno strepitoso tenore italiano dell'epoca, Francesco Tamagno, che si trovava in Russia per calcare le scene del teatro di Savva Mamontov.
Poi Serov dipinse un ritratto in cui veniva raffigurato il suo grande amico pittore russo K.Korovin, con il quale, come gia' ricordato, si era recato in Italia. L'amicizia tra questi due personaggi fu sicuramente salda anche se contraddistinta da due caratteri molti diversi tra loro.
I membri del circolo di Mamontov affibbiarono loro un nome scherzoso, valido per entrambi: Serovin, in cui e' evidente la "mescolanza" tra i due cognomi.
Il 1893 rappresento' per Serov un anno di intenso lavoro: infatti, si impegno' nell'eseguire molti ritratti. Proseguendo con questo buon ritmo, verso la fine dell'Ottocento, l'artista era diventato quasi di casa presso la famiglia dello zar. Il ritratto di Nicola II si distingue in modo particolare per la vivacita' e l'espressivita' del volto.
Nel 1905 Serov ritrasse la grande attrice drammatica russa M.Ermolova, impostasi all'attenzione del pubblico per le sue doti vocali e mimiche.
Ormai, i molti ritratti di famosi e ricchi personaggi non si contarono piu'. Basti ricordare quello del principe Jusupov, proprietario della famosa tenuta Arkhangelskoe che si trova vicino a Mosca, quello della principessa Leven, di Ida Rubinstein, della ballerina A.Pavlova eccetera.
Verso la fine del 1910, Serov dipinse l'ultimo suo famoso ritratto, dedicato alla principessa O.Orlova.
Valentin Serov mori' prematuramente nel 1911 a Mosca, circondato dall'affetto e dalla stima di parenti e amici.

***

Marina Nikolaeva, Carlo Radollovich, 3/2004

 

"Ritratto di principessa Z.Jusupova"

 

"Mika Morozov"

"Ritratto di una grande attrice drammatica russa M.Ermolova"


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright 2004-2017 Amoit