"Cristo e la peccatrice"

 

Vasilij Polenov (1844-1927)

 

Vasilij Polenov e' un famoso pittore russo, la cui particolare vena artistica e' conosciuta da molti. Nacque a Mosca da famiglia nobile. Suo padre, un affermato scienziato, si occupo' pure di archeologia e di bibliografia. Sua madre, di animo assai sensibile, fu da sempre appassionata di pittura e di letteratura per l'infanzia.
Polenov possedeva un indiscusso talento e, dopo gli studi ginnasiali, approdo' giovanissimo all'Accademia delle belle arti di San Pietroburgo.
Nel 1872 decise di affrontare un viaggio in Europa, ansioso di contattare altre culture e altre abitudini di vita. Visito' la Germania, la Svizzera, l'Italia, l'Austria e la Francia. Affascinato dalla capitale francese e dall'intensa atmosfera artistica che vi si respirava, vi soggiorno' dal 1873 al 1876. Particolarmente in quel periodo si avvicino' all'arte classica e a quella europea. Insieme ad un altro grande pittore russo, I.Repin (anche lui studente presso l'Accademia delle belle arti), Polenov inizio' a fissare su tela i magnifici paesaggi osservati in Normandia.
Dopo il suo ritorno in Russia, Polenov ando' ad abitare nella tenuta del suo babbo a Imochenzy e proprio qui sviluppo' ulteriormente la sua passione per i ritratti paesaggistici.
Nel 1876 Polenov prese parte alla guerra serbo-turca nei Balcani, mentre negli anni 1877-1878 visse in prima persona il conflitto russo-turco presso lo stato maggiore del granduca. Venne insignito dalle autorita' con due medaglie, per "Coraggio" e " Croce Takovskij".
Dal 1878 Polenov abito' a Mosca e, assieme alla sorella, lavoro' con autentica passione presso il circolo di S.Mamontov ad Abramtsevo. Qui dipingevano anche altri personaggi illustri come I.Repin, V.Vasnetsov, M.Vrubel', V.Serov, A.Korovin, I.Levitan.
Polenov, da bravo scenografo, allesti' anche con originalita' gli abbozzi per gli spettacoli del teatro di Mamontov . Compose pure alcune musiche per tali spettacoli e talvolta non disdegno' di recitare assieme agli attori. Nel periodo 1878-1884, sempre presso il teatro di S.Mamontov, egli esegui' abbozzi relativi a ben dieci spettacoli.
Nel 1878 Polenov dipinse il quadro "Cortile moscovita" che occupo' un posto molto importante in seno alla pittura russa.
Avendo deciso di dipingere il quadro "Cristo e la peccatrice", conosciuto anche come "L'adultera", Polenov, per documentarsi meglio sugli sfondi da ritrarre, intraprese un viaggio in Palestina (1881-1882). Poi si reco' anche in Grecia e in Egitto. Il dipinto fu terminato solo nel 1888.
La storia di questo quadro e' molto interessante. Cristo venne raffigurato da Polenov senza nimbo (ossia la speciale aureola che contraddistingue le figure sacre) e il Sinodo decise di non esporre tale quadro ad una mostra. Questo dipinto, malgrado la vicissitudine citata, riusci' a sopravvivere solo grazie all'intervento personale dello Zar.
E' doveroso ricordare che Polenov, negli anni 1882-1894, si dedico' con grande dedizione all'insegnamento. Era un maestro molto bravo e dotato, sempre disponibile ad aiutare i suoi allievi sotto il profilo artistico.
Polenov si esprimeva cosi' a proposito dell'arte: "Mi sembra che l'arte debba portare felicita e gioia'. Inoltre, l'arte non costa nulla. Nella nostra vita ci sono tanti dolori e volgarita' e se anche l'arte dovesse malauguratamente portare con se' il male e il terrore, la vita stessa assumerebbe dimensioni decisamente gravi".

***

Marina Nikolaeva, Carlo Radollovich, 3/2004

 

"In barca. Abramtsevo"

 

 

"Cortile moscovita"

 

"Giardino di nonna"


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright 2004-2017 Amoit