"Alenushka"

 

"Ivan-Tsarevich sul lupo grigio"

Viktor Vasnetsov (1848-1926)

 

Vasnetsov si impose all'attenzione di molti non solo come grande pittore, ma anche come esperto grafico, capace architetto e pittore teatrale. Nacque nel 1848 nel paesello di Lopijal e crebbe in una famiglia assai religiosa.. Negli anni 1866-1867 effettuo' disegni molto originali, raffiguranti alcuni proverbi russi. Nel 1867 comincio' a studiare pittura con molto impegno in una scuola d'arte di San Pietroburgo. Suo insegnante in tale scuola fu addirittura il grande pittore russo I.Kramskoj. Nel 1868 si decise a compiere un grande passo iniziando a frequentare l'Accademia di belle Arti a San Pietroburgo. Tuttavia, il primo abbozzo del suo famosissimo quadro "Bogatyri" venne eseguito in Francia. A partire dal 1880, Viktor Vasnetsov espresse le sue pregevoli doti fissando su tela particolari temi pittorici come "Eroi dell'epos russo" e " Fiabe popolari". Nel 1881 V.Vasnetson dipinse il suo famoso quadro "Alenushka" presentandolo alla mostra mondiale di Parigi nel 1900. Tale quadro venne dipinto ad Abramtsevo e precisamente ai bordi dello stagno situato nel grande parco di questa tenuta. Nel 1898 termino' di dipingere il quadro che possiamo definire il suo capolavoro, ossia "Bogatyri". Su questo quadro si possono ammirare tre eroi dell'epos russo : Ilya Muromets, Dobrynj Nikitich e Alesha Popovich. Si tratta di bogatyri, cioe' degli strenui difensori della terra russa. V.Vasnetsov si era pure affermato come abile pittore di icone. Grazie all'ausilio di altri pittori russi, lascio' la propria impronta artistica nella cattedrale di Vladimir, mentre dipinse alcune interessanti icone nella cattedrale di Kiev. Presso il circolo di Mamontov, ad Abramtsevo, Vasnetsov inizio' una nuova esperienza artistica: esegui' raffigurazioni destinate alle rappresentazioni teatrali. Impostava pure quegli abbozzi che sarebbero serviti per gli spettacoli messi in scena nella casa di Savva Mamontov. Ma la dimostrazione di poliedricita' di Vasnetssov non si era ancora esaurita: infatti, ad Abramtsevo, comincio' pure a proporsi come scultore e contribui' ad erigere la chiesa all'interno di questa tenuta. E non possiamo nemmeno dimenticare le sue validissime doti di ritrattista. Inoltre, disegno' numerosi progetti per diversi architetti, dipinse illustrazioni per alcune fiabe russe nonche' per certe opere letterarie di N.Gogol, A. Pushkin, M.Lermontov e I.Turgenev.
Ma Vasnetsov non guardava soltanto al proprio mondo di artista. Infatti si premuro', sin da giovane, di collezionare opere d'arte. Nella sua importante collezione figuravano molte opere riguardanti l'arte popolare, costumi popolari e anche armi antiche. La sua raccolta di icone era stata giudicata notevole.
E' forse utile ricordare che nel 1953, a Mosca, venne inaugurato un museo dedicato a Vasnetsov. Tale museo e' ubicato nella stessa casa in cui il grande pittore russo abito' e lavoro'.

***

Marina Nikolaeva, Carlo Radollovich, 3/2004

 

"Bogatyri"

 

 

" Tsarevna-rana" (illustrazione per una fiaba popolare russa)

 

 

"Berendeiki"

 


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright 2004-2017 Amoit