La Russia che ho visto io, Mosca .

MOSCA e Orekhovo-Zuevo

(Data viaggio dal 13 al 21 Luglio 2005)

Ciao, mi chiamo Roberto, sono nato in Italia nel 1974. Attualmente lavoro presso una grande azienda di Information Technology come analista/sviluppatore di software, sono un appassionato di aviazione e fotografo freelance.Mi piace molto viaggiare, ma fuori dai soliti viaggi organizzati, perche' sono del parere che per conoscere bene una realta' di un altro Paese, bisogna provare a fare la vita normale, quella quotidiana.Ho avuto la fortuna di andare in Russia un paio di volte, vivendoci in totale per circa 1 mese per ora, ma non a Mosca,ma in una cittadina a 90 Km da essa, uno spaccato della Russia molto interessante, che pochi conoscono, specie quelli che si fermano a vedere Mosca e San Pietroburgo.
Buona lettura e scrivetemi se volete: criceto2@hotmail.com

Roberto Petagna

MOSCA e Orekhovo-Zuevo

Questa volta il mio viaggio in Russia prevedeva 6 notti a Mosca e 2 notti ad Orekhovo-Zuevo. Un ottima occasione per conoscere per la prima volta la capitale Russa, finora sconosciuta in quanto sempre di passaggio. Cominciamo dall'avvicinamento a Mosca in aereo. Che dire, spettacolare, boschi, foreste, tanto verde, finalmente il verde della natura vinceva sul bianco della neve che alla fine mi annoiava parecchio (sono stato altre due volte in Russia, ma d'inverno). L'atterraggio avviene abbastanza puntuale, ma so che mi aspettera' una coda interminabile al controllo dei passaporti, un vero collo di bottiglia al flusso passeggeri, ben 45 minuti in piedi di attesa, chi ha coincidenze e' perduto se non si e' pianificato almeno 2 ore di distanza buone. Comunque espletate queste formalita', finalmente guadagno la sala arrivi dove mi stava aspettando la mia dolce meta'. Destinazione Hotel Izmailovo "Gamma". Prendiamo una marshrutka (piccoli pulmini bus) per raggiungere la fermata della metro Rechnoj Vokzal (prima fermata della linea verde a nord) dove con 1 transfer poi alla linea blu (Ploshad' Revoljuzij) possiamo raggiungere la fermata metro finale, la Partizanskaja (ex Izmailovskij Park) praticamente sotto il complesso degli hotels Izmailovo.

METROPOLITANA

Qualcuno ha detto che entrare in metropolitana in questi tempi di attentati e' una specie di atto di fede, beh e' vero, ogni volta che la prendevo mi sentivo proprio cosi'. Direi di partire proprio dalla metropolitana nel raccogliere le mie impressioni di viaggio su Mosca. Certamente posso consigliare la metro per spostarsi in citta', penso sia un mezzo imbattibile per muoversi. In superficie Mosca e' troppo trafficata e caotica, i tempi di percorrenza sarebbe elevatissimi e piu' costosi.
I biglietti sono venduti per numero di accessi al sistema metro. Comprando un biglietto da 20 "ingressi", uno puo' usare l'intera rete della metro finche' non esce, per cui i costi sono molto bassi e se uno prevede di usare la metro come mezzo primario per girare la citta', questi biglietti da 10, 20 o piu' corse sono certamente piu' convenienti. I biglietti sono dotati di banda magnetica, si infilano nelle macchinette di accesso alla metro, con luce verde si passa, con luce rossa evidentemente non si passa e scattano le sbarre :-)
Ogni punto di accesso della metro e' presidiato da uno o piu' responsabili, in genere con la funzione di risolvere eventuali problemi che dovessero manifestarsi al sistema d'accesso automatico della metro. Curiosita', ho notato che in genere erano donne oltre i 45 anni almeno. A seconda della stazione, l'accesso poi all'area dove si prendono le vetture della metro e' preceduto da scale mobili piu' o meno profonde. Beh ho avuto la fortuna :-) di prendere la scala mobile piu' lunga d'Europa se non sbaglio, quella della fermata di Park Pobjedi, circa 4 minuti di percorrenza!! non si vedono le estremita'! spettacolare!
Tale stazione metro e' decisamente grande, tra le ultime costruite ed e' veramente costruita in profondita'! Ogni stazione metro e' un'opera d'arte, meritano di essere visitate, davvero fantastiche. Per vedere qualche foto, posso suggerire il sito ufficiale della metro moscovita: http://www.metro.ru
Se vi armate di mappa della metropolitana, potete divertirvi a calcolare i tempi di percorrenza. L'ho fatto, anche a beneficio degli amici che vogliono farsi un'idea dei tempi. Ho "monitorato" il seguente tragitto della linea blu:

Partizanskaja - Elektrozavodsckaja (4 minuti, la stazione Semenovskaja e' stata chiusa)
Elektrozavodsckaja - Baumanskaja (3 minuti)
Baumanskaja - Kurskaja (4 minuti)
Kurskaja - Ploshad' Revoljuzij (3,5 minuti)
Ploshad' Revoljuzij - Arbatskaja (2 minuti)
Arbatskaja - Smopenskaja (3 minuti)
Smopenskaja - Kievskaja (2 minuti)
Kievskaja - Park Pobjedy (4 minuti)

Le vetture si fermano in media circa 15 secondi prima di riprendere la corsa. In 25 minuti circa si attraversa l'intera citta', niente male, in superficie se va bene ci vorrebbero circa 3 ore almeno. Oltre quasi tutte le fermate della linea blu, ho potuto vedere le stazioni della linea grigia dalla Borovizkaja alla Otradnoe.

TEMPO METEOROLOGICO

Speravo in un tempo migliore, purtroppo praticamente tutti i giorni e' piovuto, specie nel pomeriggio dove si scattenavano forti temporali estivi con tanta pioggia e fulmini. Le temperature oscillavano tra i 23°C e i 26°C, non elevatissime, ma estremamente alta la percentuale di umidita', per cui davvero molto fastidioso. Posso consigliare sicuramente un ombrello e una giacca scaccia-acqua, direi fondamentali. Data l'elevata quantita' di acqua che viene giu', consiglio anche scarpe adeguate. Nonostante il tempo pero' posso dire che Mosca d'estate mostra molti piu' dettagli che la neve nasconde adeguatamente, inoltre e' molto verde, svariati giardini e parchi ricchi di verde. La preferisco cosi'.

COSA HO VISTO

Piazza Rossa - Krasnaja Ploshad', Piazza Maneznaja, Kremlino.
Un mito. Tra le cose piu' famose al mondo, piena di storia. Ci sono voluto tornare due volte, anche per poter fare qualche foto con diversa luce, anche se i soliti temporali modificavano la luminosita ambientale. Bellissimo il grande edificio dei Grandi Magazzini GUM, ma sinceramente trovo del tutto fuori luogo mettere dei negozi di quel tipo in un posto dal cosi' alto contenuto storico. La Basilica di San Basilio sembra finta, un grande dolce, un'archittetura veramente particolare e colorata, famosa in tutto il mondo.Il Kremlino e' immenso, non l'ho visitato all'interno, ma solo costeggiato le mura perimetrali, all'interno ci sono importanti musei da vedere, ma sinceramente non sono particolarmente attratto dalla storia della Russia, per quanto sia decisamente ricca e interessante. Splendidi i giardini o parco di Aleksandrovskij che costeggiano il versante ovest del Kremlino, ben curati, rilassanti e piacevoli per lunghe passeggiate in mezzo al verde, fiori. Ho notato che non c'erano solo turisti ma anche tanti moscoviti, giovanissimi e famiglie che passeggiavano o semplicemente stesi sui prati, immersi in letture, giochi etc...
Carino il corso d'acqua al cui interno sono state costruite delle isolette con delle sculture che riproducono delle famose favole per bambini. Tutto attorno non potevano mancare chioschi, ristoranti, bar e punti di ristoro, toilets.
In piazza Maneznaja e' presente anche un grandissimo centro commerciale che si sviluppa per circa 4 piani sottoterra, pieno di negozi. L'accesso al centro commerciale avviene attraverso dei metal detector presidiati da guardie, tuttavia non mi e' sembrato che si badasse tantissimo agli allarmi che questi lanciavano, mah! Tuttavia svariati dispositivi di sorveglianza e guardie aiutavano a percepire un senso di sicurezza in piu'. L'interno di questo centro commerciale e' suggestivo, grande fontana, ascensori panoramici, luci, marmi ovunque, davvero bello, anche se comunque l'ho trovato in linea con i nostri centri commerciali. Per cui non lo ritengo un'attrazione da non perdere :-)
Poco distante sorge il grande e famoso Bol'shoe Teatr, imponente, ricorda i pantheon greco-romani per stile costruttivo.

Park Pobedi, Parco della Vittoria

E' qualcosa di immenso. Un enorme piazza dominata da un super monumento dedicato alla II Guerra Mondiale e alle vittime dell'Olocausto. La piazza e' arricchita da un enorme parco, giardini, fontane e gli immancabili punti di ristoro. Mi e' sembrato tutto perfettamente curato e pulito, il posto merita davvero di essere visto. All'interno del grande monumento semicircolare c'e' il museo dedicato alla Grande Guerra, mentre nel versante sud del parco c'e' un museo all'aperto dedicato ai mezzi militari, obiettivo della mia visita. Per 40 rubli a testa, si ha la possibilita di vedere una statica di tantissimi mezzi militari, dai carro armati, ai vagoni di treno armati di cannoni, oltre alla possibilita' di scendere in trincea. Proseguendo si arriva alla sezione dedicata agli aerei della II Guerra Mondiale e a quelli protagonisti della Guerra Fredda (anche se non tutti). Da bravo appassionato di aerei, ovviamente era questo il mio obiettivo principale. Non capita tutti i giorni per un occidentale vedere i piu' famosi aerei russi che hanno fatto la storia: MiG, Sukhoi, Yakovlev etc... fantastici.
Purtroppo l'intera permanenza in Park Pobedi e' stata caratterizzata da un forte acquazzone, per cui non potuto vedere con calma tutto quanto e parecchie cose le ho dovute saltare, come per esempio la parte dedicata alle navi da guerra. Nonostante l'ombrello, ero abbastanza fradicio. Park Pobedi ha l'omonima stazione della metropolitana che e' qualcosa di immenso ed e' molto profonda. Nelle immediate vicinanze sorge anche un arco di trionfo, ma l'acquazzone non mi ha permesso di vederlo meglio e di fotografarlo, gli aerei avevano la precedenza :-)

Otradnoe

E' un quartiere nord di Mosca. Poiche' mi piace vedere anche cio' che non e' turistico perche' solo cosi posso cogliere altri particolari ho accettato molto volentieri la possibilita' di andare a mangiare qualcosa da quelle parti e poi fare una bella e lunga passeggiata in un piccolo parco del quartiere. Ho mangiato da Jolki-Palki, nota catena russa di ristoranti buffet. Molto bello come era arredato, in stile rustico, secondo la tradizione dei villaggi russi. Neanche caro, considerato che poi sfrutta la formula del buffet.Date le mie restrizioni nel mangiare, non mi soffermo nel descrivere il cibo, visto che per l'occasione mi sono limitato a mangiare solo patate bollite condite con olio e prezzemolo. Vado matto per le patate russe, mi sembrano molto saporite e ne mangio sempre un sacco :-)
Dopo mangiato, piacevole passeggiata nel parco li' vicino. Bellissime le composizione floreali, ho notato, per lo meno dove sono stato, che i giardini e le piante/fiori sono ben curati, la cosa mi ha fatto molto piacere. Attorno a me, tantissime famiglie con bimbi al seguito, ragazzi che giocavano, dormicchiavano stesi nel prato (bagnato!), semplici passeggiate. Mi e' piaciuta tantissimo l'atmosfera che si respirava, di tranquillita', con un cielo colorato di tinte gialle e blu poiche' il sole stava tramontando. Tali colori davano delle luci particolari ai mega palazzoni, molti di questi in stile sovietico che sorgono attorno al parco, l'ho trovato molto suggestivo. Ma a proposito di tramonto... bellissimo vedere e rendersi conto che erano "soltanto" le 22:30! sembrava una qualsiasi serata estiva italiana delle 19:30. D'estate, Giugno e Luglio portano tantissime ore di luce, per cui fa buio intorno alle 23:30, anche se guardando all'orizzonte un leggero chiarore diffuso si intravede sempre. Questo e' un grosso contrasto della Russia che ho potuto conoscere. D'inverno poche ore di luce, direi dalle 9 alle 15 e poi tenebre. D'estate molte ore di luce dalle 5 alle 23! inutile dire che preferisco il secondo scenario e continuo a non immaginare me stesso nella vita invernale russa.Il sole e' vita, la luce e' fondamentale per l'essere umano e il suo umore e sistema nervoso. E si vede! Il quartiere appare decisamente meno caotico delle zone centrali di Mosca che ho potuto vedere. Il traffico e' medio, almeno per quell'ora (dalle 19:30 alle 22:30), ma non mi disturbava. Tante persone in giro, negozi ed esercizi commerciali aperti, molti di questi anche 24 ore su 24 (grande cosa di Mosca e forse della Russia in generale, almeno nelle grandi citta').
Devo dire che mi ha ricordato tantissimo gli Stati Uniti, ho vissuto per poco piu' di 1 mese in Texas e devo dire che si respirava la stessa identica atmosfera. Anche il layout dei negozi, delle attivita' commerciali, delle insegne pubblicitarie e' molto simili. Solo gli spazi, qui a Mosca o nelle grandi citta' russe, non sono immensi come in Texas, dove una strada cittadina assume dimensioni di una normale autostrada per esempio.

PERSONE

La freddezza dei russi e' un argomento affrontato spesso, mi limitero' solo a dire che mi piacerebbe incontrare piu' persone umane che robot negli esercizi commerciali. Espressioni spente, con il corpo sul posto di lavoro, ma con l'anima dispersa in chissa' quale dove. Sorrisi ai clienti zero, atti di cortesia zero. Peccato. Ma segnalo anche qualche atto di buona volonta'. In un negozio del centro commerciale, di abbigliamento, una ragazza era posizionata all'ingresso e salutava anche con un bel sorriso ogni cliente che entrava e usciva. Basta poco per distinguersi e infondere positivita'. Dopo che la ragazza mi ha salutato, lasciando il negozio, non solo ho ricambiato ma l'ho anche ringraziata per la cortesia. E' spiccato comunque l'atteggiamento dell' "ognuno pensa a se stesso". Forse tale atteggiamento e' il medesimo di una qualsiasi grande citta' europea o italiana, chissa'. Per ora dalle mie esperienze di viaggio (USA, Mexico, Francia, Rep. Ceca, Italia, Russia) questo atteggiamento l'ho visto solo qui a Mosca.

INQUINAMENTO

Sono stato attento anche ad un altro dettaglio, cioe' quello dell'inquinamento acustico e ambientale. A Mosca ho sofferto il forte inquinamento acustico. E' caotica, rumorosa e anche la notte questo "sound/noise" non accenna a diminuire. Nel quartiere Otradnoe la cosa e' cambiata. Il rumore ambientale era decisamente piu' contenuto e spesso c'erano dei momenti in cui si abbassava molto, ed ecco spuntare il suono di uccellini, insetti che animavano il parco, le voci delle persone. Aiutato anche dalle favorevoli condizioni meteo, lo smog abbracciava l'intera citta'. Dal 28esimo piano dell'hotel Izmailovo, con vista verso il centro, si vedeva proprio il velo grigio scuro, misto anche all'alta percentuale di umidita, sopra la citta'. La maggior parte dei veicoli circolanti sono ancora di vecchia generazione, non catalizzati e mi aspetto la stessa cosa anche dalle caldaie e sistemi industriali ancora ben lontani dal rispettare le normative antiinquinamento e la cosa... si vede e si sente. Gli incivili ci sono in tutto il mondo, tantissimi pure in Italia, ma qui a Mosca ho avuto la sensazione che fossero
numerosi. Cartaccie varie, sigarette, bottiglie venivano tranquillamente lasciati per strada o buttati dal finestrino dell'auto con molta disinvoltura, quasi un gesto normale. Ho assistito a tali azioni piu' o meno in tutte le parti della citta' dove sono stato. Un vero peccato! E' vero che ho visto anche tante persone ricorrere agli appositi cestini per fortuna, ma la sensazione che ho avuto e' che il senso per l'ambiente e per la proprieta' pubblica da rispettare sia ancora poco sviluppato.

ACQUA CALDA

Nelle citta' russe, d'estate interi palazzi o quartieri rimangono senza acqua calda per circa un mese, poiche' si approffita per fare la manutenzione delle caldaie che assicurano l'acqua calda durante tutto l'anno e specie d'inverno. I russi sono abituati a questa cosa, io l'ho trovata un grosso disagio. Anche perche' l'acqua fredda, era gelida in ognicaso per cui impossibile da utilizzare per lavarsi. Questa cosa di bollire un pentolone di acqua per averla calda e poi con mezzi di fortuna provare a lavarsi proprio non mi e' piaciuta, e' scomodo e fa perdere davvero un sacco di tempo. Recentemente, mi dicono che e' possibile acquistare degli scaldatori di acqua elettrici, che forniscono l'acqua calda proprio in occasione di questi "black out idrici" dell'acqua calda. Ma non e' la norma e solo i cittadini benestanti possono permetterselo.

RISPETTO ORARI DI LAVORO

Arrivato alla reception dell'hotel Izmailovo intorno alle 19:50, nessuno mi serviva fino a quando scopriamo che il personale era entrato in pausa. Per ben 10-15 minuti l'hotel e' rimasto senza reception con tutti i clienti che aspettavano i loro comodi. Trovo la cosa assurda e inusuale.Decidiamo di comprare i biglietti del bus (che la mattina successiva ci avrebbe portato ad Orekhovo-Zuevo), la sera prima in modo tale da scegliere comodamente l'orario della corsa. L'orario di chiusura dello sportello per la vendita dei biglietti era alle 19:00, alle 18:40 noi eravamo di fronte a tale sportello.... chiuso! Pur vedendo che c'erano persone all'interno, nessuno ci prestava attenzione, nonostante ci fosse un certo numero di persone che dovevano acquistare i biglietti. Ho trovato assurdo tale scenario, ho chiesto alla mia ragazza di esortare il personale a servirci, tale personale si e' limitato a dire che avevano chiuso, in un modo sgarbato, chiudendoci in faccia in malo modo la finestrina dello sportello. Ma sorpresa ancora piu' grande, ne la mia ragazza ne le persone che erano li in fila per comprare i biglietti hanno detto una parola, accettando tale comportamento cosi', passivamente. Una impiegata cosi decideva di chiudere lo sportello 20 minuti prima e i clienti in silenzio accettavano tale condizione. Cari Russi, conosco gia la Vostra risposta, perche' sia la mia ragazza che un'amica me l'hanno fornita uguale, ma fino a quando
il popolo accettera' tali comportamenti in silenzio, le cose non cambieranno mai, bisogna farsi sentire. Sono sicuro che quella signorina dello sportello, se avesse ricevuto bussate energiche e proteste da tutti coloro che erano fuori, ognivolta che avrebbe chiuso prima dell'orario pubblicato, alla fine avrebbe lavorato e si sarebbe guardata dal chiudere prima le prossime volte. Ma se nessuno parla, inizia a ribellarsi a tali modi di fare... il sistema andra' avanti cosi'. Anche in Italia esisteva questo atteggiamento di sottomissione passiva che il cittadino subiva, specie in ambito di pubblica amministrazione. Ma quando il popolo ha cominciato a ribellarsi, a far sentire le proprie proteste, il Governo ha deciso di fare qualcosa, perche' il sistema stava collassando in quel modo e si e' fatto qualcosa. La Russia moderna non puo' permettersi tali sistemi al giorno d'oggi, ma il cambiamento dipende dal singolo cittadino.

LAVORI IN CORSO

Andando in giro per la citta' e nel transfer dall'hotel all'aeroporto, ho potuto notare che la citta' e interessata da numerosi lavori in corso, sulle strade e sugli edifici. Opere anche enormi, come la costruzioni di grosse strade, arterie e circonvallazioni certamente mirate a gestire l'enorme traffico automobilistico che la citta' sviluppa. Il mega anello autostradale, noto come MKAD e' qualcosa da vedere, ma e' terribile rimanerne imbottigliati!

PREZZI

McDonald's ad Orekhovo-Zuevo (circa 150.000 abitanti)

1 piccola coca cola (18,00 RUB)
1 media aranciata fanta (21,50 RUB)
1 piccola patate fritte (21,50 RUB)
2 gelato (2 x 31,00 RUB)
1 Chicken McNuggets (37,00 RUB)
1 toydsc (?) (24,50 RUB)

184,50 RUB = 5,30 EUR

Spesa genere alimentari ad Orekhovo-Zuevo

1 Pelmeni (300gr.)
1 cornetti piccoli alla crema (7 pezzi)
1,5l Acqua minerale naturale
176gr. fette di fesa di tacchino/ham
1 confezione di wurstel (8 pezzi)
1 olive nere in barattolo
1 vasetto funghi salamoia
636gr. pomodori freschi
1 chewing gum Orbit
1 yogurt Danone
1,5l succo di frutta
1l vino rosso "Elisabeta"
286gr formaggio
1 vasetto piccolo Mais Bonduelle
4 vasetti yogurt bambini
1 tonno al naturale, scatoletta grande

477,50 RUB = 13,72 EUR

Spesa genere alimentari 2 ad Orekhovo-Zuevo

1l latte 1,5% grassi
2l acqua minerale naturale
0,75l vino rosso "Lidia" - Moldovia
1l succo di frutta arancia
2l succo di frutta uva
0,2l succo di frutta uva
250gr. formaggio
350gr. pane da affettare
0,550l yogurt da bere
3 buste spesa

285,75 RUB = 8,21 EUR


1 Kg di pesche a Mosca
60-80 RUB = dai 1,73 EUR ai 2,31 EUR

Aeroporto Sheremetyevo - Terminal 2

1 hot dog
1 Croque monsieur (focaccia con ham)

350,00 RUB = 10,05 EUR

Taxi
Transfer da Hotel Izmailovo di Mosca all'aeroporto Sheremetyevo 2 (1h 45min di viaggio)
1300 RUB = 37,36 EUR

Transfer da Orekhovo-Zuevo (90 Km a est di Mosca) all'Hotel Izmailovo a Mosca (1h 30min di viaggio causa temporale, altrimenti circa 1h)
1200 RUB = 34,60 EUR

Bus a Mosca
Transfer da Izmailovskij Park ad Orekhovo-Zuevo (90 Km)
73 RUB = 2,11 EUR

Metro a Mosca
Biglietto 1 ingresso in metro
13 RUB = 0,37 EUR

Biglietto 20 ingressi in metro
195 RUB = 5,62 EUR


STAZIONI RADIO

Mi sono portato la mia nuova radio da viaggio cosi ho potuto fare un po di radioascolto. Ecco le frequenze che ho ricevuto:

Emittenti FM RUS

Stazione Frequenza

Arsenal 87.500
Avtoradio 90.300
Echo Moskvy 91.200
Serebrjanyj Dozd' 100.100
Dinamit FM 101.200
Nashe Radio 101.700
Radio Rossija 102.100
Shanson 103.000
Majak 103.400
Maksimum 103.700
Radio 7 104.700
Radio Trojka 105.200
Russkoe Radio 105.700
Evropa Plus 106.200
Love Radio 106.600
Russkoe Radio 2 107.000

CONCLUSIONI

Bilancio positivo. Mosca ha parecchie cose belle da vedere, io ne ho visto una frazione piccolissima.
Ritengo che sia molto importante visitare la citta' una settimana di inverno, con la neve e una settimana d'estate senza neve. Solo cosi' si puo' apprezzare la citta' nelle sue principali sfumature. Personalmente la preferisco in versione estiva, forse perche' diventa veramente verde. La metropolitana e' efficiente ed economica per muoversi, oltre ad avere stazioni davvero bellissime.


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit