Intervista con Paolo Pecchi, documentarista e regista di Roma.

 

Marina : E' la prima volta che sei stato a Mosca?

Paolo : Si , e' la prima volta che sono venuto nel vostro paese.

Marina : Perche' hai scelto proprio la Russia per il tuo viaggio?

Paolo : Non ero mai stato prima in un paese dell'Est Europeo, e nutrivo una grande curiosita' in merito. Per me la Russia era un paese lontano, chiuso, che di tanto in tanto vedevo apparire al telegiornale, o in qualche speciale in televisione.
Inoltre avevo un nonno russo e quindi l'interesse per questo paese era ancora maggiore.

Marina : Come ti sono sembrati i russi e Mosca?

Paolo : Mosca mi e' sembrata una citta' in piena evoluzione .
Nel complesso, soprattutto nel centro, mi e' apparsa come una metropoli moderna e ordinata, in cui le persone si affrettano per raggiungere uno standard pari alle altre grandi citta' del mondo e hanno una grande voglia di occidentalizzarsi. Mi sono trovato a casa, non mi sono perso nella metro, il sistema dei taxi privati e' ...divertente e utile. Per certi aspetti mi e' sembrata una citta' americana, visti i negozi e ristoranti , alcuni dei quali sono aperti 24 ore al giorno.

In quanto ai russi, mi sono sembrati molto cordiali e aperti, devo dire che mi sono sentito a casa e credo che abbiano diverse cose in comune con noi italiani.Sono stato spesso aiutato da voi con grande slancio, le donne, almeno alcune, mi sembrano voler vestire con grande eleganza e farsi notare, sono finiti i tempi in cui ci si vestiva allo stesso modo.
L'importante e' non perdere alcuni valori tradizionali, anche legati alla preparazione individuale e all'efficienza che erano propri del vecchio regime, anche questo ha una sua importanza.
Voglio ritornare presto, magari anche a S.Pietroburgo.

Marina : Cosa ti e' piaciuto a Mosca?

Paolo : Sul piano estetico, sicuramente la zona del Cremlino e' impressionante e riporta alla memoria le tante parole ascoltate e le immagini viste in tv.
Ho potuto confermare come sia una citta' storica dal grande e antico passato, e soprattutto che conservi un senso dell'ordine nelle persone e nella pulizia che probabilmente appartengono ai tempi del vecchio sistema politico.

Marina : E cosa ti non e' piciuto?

Paolo : Ho avuto un soggiorno molto piacevole e fortunatamente non ho avuto inconvenienti, quindi non saprei dare una risposta.

Marina : C'e' stato qualcosa che ti ha colpito molto di Mosca?

Paolo : Sicuramente il suo grande passato testimoniato dai monumenti ma anche dai simboli del vecchio regime politico che si trovano nelle strade e nei giardini.
Inoltre mi ha colpito l'attitudine dei Moscoviti al perfezionismo e alla specializzazione, che ho riscontrato nell'efficienza e nella qualita del servizio nei ristoranti, negli alberghi, e in altri luoghi che ho frequentato.

Marina : Sei stato nei ristoranti russi a Mosca. Hai assagiato qualche piatto russo? Come ti e' sembrata la cucina russa?

Paolo : Ho assaggiato qualche piatto russo ( ma purtroppo non ne ricordo il nome) l'ho trovato di mio gradimento e simile ai piatti della cucina contadina che si trovano anche dalle nostre parti.

Marina : Molti italiani hanno paura di venire a Mosca perche' pensano che e' una citta' molto pericolosa.
Che ne dici tu? Cosa consiglieresti tu agli italiani che solo organizzano i loro viaggi in Russia?

Paolo : Devo dire che questo timore esiste ed e' alimentato dalle notizie che circolavano durante il periodo in cui Eltzin prese il potere.
Si raccontava infatti di una criminalita' diffusa che attaccava anche la gente comune. Sebbene io abbia visitato esclusivamente il centro della citta', mi sono rassicurato ogni giorno che passava e non ho avuto assolutamente alcun problema, tanto che qualche sera mi sono trovato a passeggiare alle 2 di notte da solo come faccio nella mia citta'. Sicuramente nel passato ci sono stati problemi di criminalita' visto l'alto numero di personale di sicurezza che si trova sia negli alberghi che in alcune attivita' commerciali, ma consiglio a tutti di farsi coraggio perche' non si corre alcun pericolo, soprattutto se si evitano quei comportamenti e quelle zone che e' meglio non frequentare, come in tutte le citta' del mondo.
Tra l'altro la citta' e' molto frequentata e viva a tutte le ore anche in piena notte per cui...che aspettate a partire?

Marina : Quali posti hai visitato a Mosca e cosa consiglieresti a visitare a Mosca ai tuoi compatrioti che solo pensano venire a Mosca?

Paolo : Naturalmente il primo luogo e' il Cremlino, il suo interno e la Piazza Rossa, La chiesa di S.Sergio e i Magazzini Gum. Poi direi La basilica del Cristo Salvatore, farei il giro in barca sulla Moskva, e poi ancora la Galleria Tretjakov, alcuni altri musei, i giardini ( dove potete vedere i simboli della russia comunista cone statue e busti dei dittatori), poi l'oasi di Abramtsevo e i dintorni della citta'.

10 maggio, 2005


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit