Vacanza a Mosca

 

La scelta di questa destinazione é nata da un'esigenza prettamente familiare, con lo scopo di trascorrere un po' di tempo con nostro padre che lavora in Russia. Ma non avremmo mai immaginato di vivere un'esperienza cosí magnifica e piena di emozioni. Nei nostri 8 giorni di permanenza a Mosca, oltre ai suggerimenti dati da nostro padre, é stato molto utile per noi aver incontrato una persona fantastica come Marina. Infatti sia grazie al suo sito molto dettagliato, chiaro e semplice e grazie alla sua disponibiltá e gentilezza, siamo riusciti a scoprire le bellezze moscovite e a sentirci parte integrante (almeno durante il nostro soggiorno) del popolo russo, nonostante la difficoltá della lingua e le tradizioni diverse.
La prima meraviglia che abbiamo scoperto é stata la linea metropolitana, cosí differente dalle nostre italiane. Ci siamo trovati di fronte a vere e proprie opere d'arte, dove ciascuna fermata aveva la sua particolaritá e singolare fascino. Abbiamo visitato la bellissima Piazza Rossa, circondata dalla magnifica cattedrale di San Basilio e dalle mura e torri rosse del Cremlino che fanno da cornice all'imponente mauseoleo di Lenin. A fianco ci siamo immersi nei giardini pubblici di Alessandro, ricchi di fiori e fontane, dove abbiamo assistito al caratteristico cambio di guardia davanti alla tomba del Milite Ignoto. Successivamente siamo rimasti incantati dalla superba Piazza delle Cattedrali all'interno del Cremlino, che coesiste con i palazzi statali della vita politica. É stato anche molto interessante assistere ad un rito religioso ortodosso all'interno della maestosa Cattedrale di Cristo Salvatore, situata sulla riva del fiume Moscova, e visitare il cimitero di Novodevičij con le tombe di personaggi importanti della storia politica e culturale russa.
Ringraziamo molto Marina per averci fatto scoprire la Galleria Tret'jakov, che custodisce migliaia di sculture e quadri meravigliosi di autori russi come Ivanov e Brjullov. In particolare ci ha colpito "L'apparizione di Cristo al popolo" di Ivanov, un'opera immensa dalle dimensioni giganti: interessanti sono gli studi preparatori al lato del quadro, che mostrano le varie fasi di sviluppo che hanno portato alla realizzazione del quadro finale.
Sono senz'altro da visitare i centri commerciali GUM e TSUM, il Vernissage di Izmailovo (luogo caratteristico dove acquistare souvenirs) e la strade particolari di Arbat vecchia e nuova.
Porteremo sempre con noi il ricordo di questa favolosa cittá, accompagnate dal nostro piacevolissimo incontro con Marina e suo marito Il'ja, persone fantastiche che speriamo di poter rincontrare in futuro.
Grazie ancora!!

Francesco, Angela e Stefano
Mosca, agosto 2014

 

 

N.B.: Francesco Grano (pianoforte) nato a Catanzaro nel 1994, si e' diplomato brillantemente in pianoforte presso il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone. Attualmente si sta perfezionando con il M° Roberto Giordano presso il “Cantiere Musicale Internazionale” di Mileto. Ha seguito inoltre varie masterclass, tra le quali spiccano i nomi di Bruno Canino e Franco Scala. Dal 2004 si è esibito regolarmente in concerti pubblici in Italia (a Roma, Catanzaro, Cesi, Marsciano e altri ancora) ed all’estero in un concerto in collaborazione dell’Ambasciata Italiana ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti, riscuotendo sempre grande successo. Ha partecipato a numerosi concorsi pianistici, nazionali ed internazionali, distinguendosi con merito e vincendo.
È anche studente in Letteratura e Linguistica italiana presso l'Università degli Studi di Roma Tre.


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit