Intervista con Domenico, ingegnere di Roma

 

Marina : E' stato il tuo primo viaggio in Russia e proprio a Mosca , vero?

Domenico: Si, il primo in Russia

Marina : Quale sono state le tue prime espressioni nel primo giorno della visita a Mosca?

Domenico: Una città diversa dalle capitali europee che conosco bene, diversa nell'architettura, una delle prime cose che ho notato.

Marina : Come ti sono sembrati i moscoviti?

Domenico: Le ragazze sono bellissime, i ragazzi a volte un po' anonimi. Un peccato che poca gente (specie tra gli adulti) parli inglese, la gente è ospitale sicuramente molto più che in altre capitali nord-europee. La gente è civile
nelle occasioni pubbliche, meno in macchina dove appaiono tutti molto arroganti.

Marina : Mosca, come l'hai vista tu?

Domenico: Un posto da vedere, da capire. Il legame con il recente passato politico è evidente, stridente con i ritmi e le abitudini che invece, specie nella parte più in vista ai turisti, sono diventate simili alle nostre grandi città, e pertanto poco interessanti. Poi, come sempre... de gustibus !

Marina : In che senso poco interessanti?

Domenico: Poco interessanti nel senso di 'già viste', di 'conformi ad uno standard',
di cose cui noi siamo già abituati.

Marina : Dimmi 2 cose ti hanno colpito a Mosca e 2 cose che non sono state molto piacevoli per te.

Domenico: Non posso non menzionare di nuovo le ragazze da un lato e lo spirito di cambiamento dall'altra, la modernità della parte più centrale della città. Cose spiacevoli: l'inglese, conosciuto poco e niente (mi ripeto), e i prezzi (mediamente alti).

Marina : Hai visitato qualche ristorante russo? Come trovi la cucina russa?

Domenico: Certo, la cucina russa ha sicuramente una sua identità anche se va scoperta, non è evidente al primo colpo.
Diciamo che la cucina russa è 'pubblicizzata' poco, sicuramente in italia abbiamo una tradizione più forte nel promuovere ciascuna identità culinaria (anche del piccolo paesino di provincia) anche se a volte risulta ossessiva, in russia sicuramente ciò manca del tutto.

Marina : La cucina russa è molto diversa da quella italiana direi, giusto?

Domenico: Non sono bravo a fare osservazioni e confronti sulla cucina, pardòn :-))

Marina : Cosa consiglieresti agli italiani che ancora pensano di visitare la Russia?

Domenico: Di andarci, di andarci quando non fa troppo freddo, di prepararsi i percordi poichè è troppo dispersiva, spesso dietro un semplice palazzo ci sono storie da sapere, da conoscere. Prendete una guida!

Marina : Sei stato a Mosca solo per 4 giorni. Quali posti sei riuscito a visitare in questo breve periodo e quali vorresti visitare nel futuro? A proposito pensi tornare di nuovo in Russia?

Domenico: Difficile da dirlo, appena ne capita l'occasione ci ritorno.
Ho visto poco devo dire, i monumenti e le vie più importati e più conosciute, san basilio, il museo tetriakov, arbat, i centri commerciali (Gum e Zum), ma mi sono perso il cremlino! Una ottima scusa per ritornare
presto!

Marina : Ancora una domanda. Molti italiani pensano che Mosca è una città pericolosa. Che ne dici tu?

Domenico: Sinceramente penso che lo sia, penso che bisogna stare attenti ai posti troppo affollati e che bisogna evitare situazioni 'a rischio'. Basta un pò di buon senso per cavarsela senza problemi. Conosco gente che è stata raggirata per strada (in centro) e a cui hanno sottratto del denaro.

11 maggio, 2005


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Guest Book|

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright 2004-2017 Amoit