Poesie.Epoca pre-petrina.

 Canzoni popolari di epoca pre-petrina

Fratelli, ci cacciano lontano

Fratelli, ci cacciano lontano
verso le steppe dell’Estremo Oriente,
lontan-lontano dalla natia terra,
ohimè, ritorneremo da questa guerra?
Forse che in Russia lo spazio ci manca
se fino in Cina, fratelli, ci mandan?
Se i nobili di qui han tutto arraffato
han colpa i giapponesi di questo stato?
Ci aspetta il freddo, ci aspetta la fame,
la mitraglia e il piombo nemico.
Chi ci comanda, gli schifosi capi,
affondano nel grasso, e noi dobbiamo
pagare per le loro fanfaronate,
esporre il petto alle palle nemiche.                                                          

(trad. di G.Venturi)

Canizie mia, canizietta

 

Canizie mia, canizietta,

canizie mia, giovinetta,

perché sì presto ti sei mostrata,

fra i neri ricci ti sei annidata?

O gioventù, mia giovinezza,

giovinezza giovincella!

Io non pensavo di consumarti.

Ah, che la giovinezza ho consumato

non tra ricchezza e divertimento;

nel maledetto isolamento!

Ho percorso, io bravo giovane,

dalle foci alle montagne

di Siberia le contrade.

Bravo giovane, non ho trovato

né la mia mamma, né il padre mio,

non i fratelli, i falchi belli,

né le sorelle, bianche tortorelle.

Per me giovane ho trovato

una bella prigioniera.

 

(trad. di G.Venturi)                               


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit