Aleksej Stepanovic Chomjakov (1804-1860)

Al crepuscolo

 

Nelle aeree sommità, fra notte e giorno

ti pose Iddio, quale confine eterno,

ti ammantò di fuoco porporino

e l’aurora ti dette per compagna.

Quando nell’azzurro cielo splendi

consumando in silenzio la tua fiamma,

un pensiero mi assale nel guardarti:

crepuscolo! Simili a te noi siamo,

connubio d’ardore e di freddezza,

lega d’abissi celesti ed infernali,

fusione di tenebre e di raggi.

 

( trad. di G. Carpi)


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2023 Amoit