Evgenij Abramovic Baratinskij (1800-1844)

Disinganno

 

Non mi tentare, non ve n’è ragione,

con codesta tua nuova tenerezza:

chi fu disingannato si sa estraneo

ad ogni incanto di passati giorni!

Io non credo ormai nelle promesse,

io non confido ormai nell’amore,

né posso abbandonarmi nuovamente

a sogni che una volta mi tradirono.

Non aumentare la mia cieca pena,

non condurre il discorso sul passato,

da premurosa amica non turbare

il malato nel proprio assopimento.

Io dormo, e grato mi è questo sonno;

dimentica illusioni che già furono:

nell’anima puoi ora risvegliare

soltanto agitazione, non amore.

 

( trad. di M. Colucci)


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2023 Amoit