Giocattoli di Dymkovo

 

La gradevole citta' di Viatka (un tempo Hlynov) si trova sulla riva sinistra del fiume omonimo, mentre sulla riva destra e' situata sloboda Dymkovo. Nell'anno Millecento, numerose persone che provenivano da Novgorod si stabilirono in questi luoghi e fondarono grad Hlynov . E' significativo ricordare che, nel corso di ogni primavera, qui si celebrava la festa del Dio Sole Yarila. E specialmente in occasione di questi festeggiamenti diversi artigiani popolari si industriavano nel costruire giocattoli d'argilla che simboleggiavano il DioYarila. Spiccavano ad esempio fantasmagorici cavalli a tre teste, ma venivano prodotti anche curiosi fischietti d'argilla.

Nel 1780, con apposito decreto emesso dalla zarina Ekaterina II, la citta' di Hlynov prese il nome di Viatka.
Nell'anno 1856, in citta' si contavano ben 59 famiglie di artigiani popolari specializzati particolarmente in giocattoli d'argilla. Tutti questi si trasferirono successivamente in sloboda Dymkovo. Durante l'estate, gli artigiani si organizzavano efficacemente portando nelle loro botteghe l'argilla rossa e la sabbia del fiume. Provvedevano a mescolare l'argilla con la sabbia del fiume e l'impasto veniva lasciato riposare fino all'autunno.Alla fine d'autunno, quando tutti i lavori agrari si erano conclusi, gli artigiani con le loro famiglie cominciavano a produrre, con la pazienza che li contraddistingueva, i giocattoli d'argilla. Poi, questi giocattoli venivano lasciati seccare per 2-3 giorni. Successivamente venivano immessi nel russkaya pech' (il forno antico russo). Dopo averli estratti dal forno, venivano messi nei secchi di latte unitamente al gesso, dopo di che i giocattoli assumevano un particolare colore bianco. Quindi, i giocattoli bianchi venivano dipinti a mano con l'applicazione di diversi colori e finalmente, con un'ultima speciale procedura, venivano opportunamente spalmati con chiara d'uovo.
Da molti secoli gli artigiani popolari di Dymkovo continuano incessantemente a creare giocattoli d'argilla. E tali giocattoli vogliono anche rappresentare una singolare, valida caratteristica di tutti quegli industriosi artigiani, ognuno per la sua specialita', di cui ogni regione della grande Russia e' particolarmente ricca.

 

Marina Nikolaeva, Carlo Radollovich, 6/2005


Informazioni | Interessante | Cultura e sport russi | Foto album | Viaggi | Feste in Russia | FAQ | Su di me e su di voi | Diario italiano | Guest Book

Ritorna a "Amoit Home Page"

Copyright © 2004-2017 Amoit